scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
sistemi energetici dell' organismo come funzionano

sistemi energetici dell' organismo come funzionano

sistemi energetici dell'organismo

 

 

 

I muscoli sono il motore del nostro organismo e come tutti i motori necessitano di energia per funzionare. Tale energia è fornita dall'ATP, una molecola che consente di trasformare l'energia chimica contenuta nei cibi in energia meccanica.

 

Il cibo che ingeriamo viene prima "smontato" in molecole semplici costituite da glucosio e trigliceridi (i grassi), questi vengono trasportati ai muscoli dove particolari cellule specializzate, i mitocondri, li trasformano in ATP. Maggiore è la quantità di ATP a disposizione del muscolo, maggiore è la forza che esso sarà in grado di esprimere.

 

La prestazione che è in grado di esprimere un muscolo dipende da quanto velocemente esso è in grado di produrre ATP. La produzione di ATP può avvenire in modo aerobico o anaerobico: si parla di meccanismo aerobico quando la produzione avviene in presenza di ossigeno, di meccanismo anaerobico quando avviene in assenza di ossigeno.

 

I meccanismi aerobici e anaerobici funzionano in parallelo, cioè contemporaneamente: a seconda del tipo di sforzo alcuni di essi prevalgono sugli altri. Il meccanismo aerobico è il sistema più efficiente di produzione di energia, il suo limite è rappresentato dalla necessità di ossigeno per funzionare.

 

L'ossigeno deve essere trasportato ai muscoli dal sistema cardiovascolare, il quale ha una capacità di trasporto limitata: tale limite rappresenta il "collo di bottiglia" della produzione di energia (ATP) con tale meccanismo. Il meccanismo anaerobico consente all'organismo di produrre energia anche in assenza di ossigeno.

 

La produzione di energia per via anaerobica assume una percentuale rilevante dell'energia totale prodotta in due casi: • durante gli sforzi massimali o sub-massimali;

 

• nelle primissime fasi della prestazione. In pratica il meccanismo anaerobico sopperisce alle mancanze di quello aerobico, che ha un'attivazione un po' lenta (necessita di 2-4 minuti per arrivare a pieno regime) e ha un limite superiore della produzione di energia determinato dalla massima quantità di ossigeno che il sistema cardiovascolare è in grado di veicolare ai muscoli. In realtà il meccanismo è leggermente più complesso: a seconda della richiesta di energia, si possono verificare 3 situazioni.

 

1) Il meccanismo aerobico è in grado di fornire tutta l'energia necessaria: dopo un iniziale aumento di concentrazione di acido lattico, una volta che il meccanismo aerobico è a regime la concentrazione di lattato nel sangue torna a livelli identici a quelli a riposo (il meccanismo anaerobico è spento).

 

2) Il meccanismo anaerobico non riesce a fornire tutta l'energia necessaria, l'energia che manca viene fornita dalla glicolisi anaerobica, tuttavia la velocità di produzione del lattato eguaglia quella di smaltimento, dunque la concentrazione di lattato nei muscoli rimane costante entro un livello tollerabile per un certo periodo di tempo (tipicamente, da qualche decina di minuti a più di 3 ore, a seconda del livello di lattato in cui si instaura l'equilibrio).

 

3) La richiesta di energia è tale che il lattato prodotto non riesce ad essere smaltito, la concentrazione di lattato nei muscoli cresce e l'organismo, per difendersi dal danno che il lattato provocherebbe se superasse una concentrazione critica, inizia a inviare precisi segnali al cervello, che fanno ridurre la prestazione e quindi la richiesta di energia (bruciore ai muscoli e ai polmoni, nausea).

 

In definitiva l'organismo umano funziona secondo precise leggi fisologiche, spetta poi a noi diventare artisti di noi stessi e creare vere e proprie opere d'arte , come appunto i bodybuilders, con i migliori sistemi di allenamento.

 lo staff italoian body vi aspetta nel più fornito store di bodybuilding tecnico.

Generic 2

Potrebbe interessarti