scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
Quanto deve misurare il girovita di un bodybuilder?

Quanto deve misurare il girovita di un bodybuilder?

La risposta è...

Una domanda che spesso i ragazzi e uomini di ogni età mi pongono è quanto deve misurare il girovita di un uomo, ovviamente nel nostro contesto, parliamo di un uomo bodybuilder. E anche come si misura il girovita uomo è fra le domande sempre frequenti che mi arrivano dal web e dalle pagine di Facebook.

In effetti, per molti, misurare il girovita dei pantaloni ha un senso, specialmente in fase dimagrante o al contrario magari in un periodo di massa, temendo che stiano debordando troppo. Intanto precisiamo subito che se aspirate a diventare davvero grossi, come un vero bodybuilder dovrebbe essere, non potete sperare di mantenere un vitino da modella, semmai l'avete! Perché essenzialmente la larghezza di un bacino e dei fianchi è di natura genetica e dipende dalla lunghezza dei diametri ossei. Quello che può fare una ulteriore differenza, tuttavia, è la quantità di grasso presente nel girovita, e qui entriamo in un area dolente per molti uomini, ahimè. Quindi misurare il girovita dei pantaloni ha un significato certo, ma solo se si considera che di base avete già una vostra struttura naturale.

Esiste una giusta misura?

Se vogliamo parlare di misure, la risposta alla domanda quanto deve misurare il girovita di un uomo culturista, è che non esiste alcun numero magico. Su alcune strutture un 80 centimetri di vita starebbe benissimo, su altri malissimo. Questo perché la misura è sempre in rapporto a vari parametri fisici, sia ossei che muscolari. Fattori come l'altezza, la quantità di grasso, la massa muscolare di spalle, schiena, e comunque di massa muscolare globale, sono determinanti per l'impatto estetico impressivo.

Ma il girovita uomo come si misura? Semplicemente con un metro da sarta. E mantenendo una postura dell'addome (e diaframma) normali, ovvero non dovete rilasciare troppo la pancia, ma nemmeno farla rientrare in maniera ridicola come fanno taluni con grassi addomi prominenti, nell'inutile tentativo di apparire più magri. Il metro va posizionato appena sopra le creste iliache e si misura. Meglio fare questa operazione al mattino, perché in genere si è meno gonfi di liquidi rispetto alla sera, e meglio se dopo avere espletato i bisogni fisiologici. Cercate di capire che se in vari anni di pratica regolare e intensa di bodybuilding avete costruito molti kili di massa muscolare, molto probabilmente la misura del girovita sarà aumentata anche se siete meno grassi! Questo perché muscoli come gli obliqui, i glutei, i lombari bassi, saranno inevitabilmente aumentati ed ispessiti, quindi sarà anche normale avere dei centimetri in più, ma il vostro aspetto globale sarà ottimale perché sarete proporzionati con il resto del corpo maggiorato.

Evitare l’accumulo di grasso

Il vero problema degli uomini è l'accumulo di grasso sui fianchi e questo è un fattore che ovviamente va limitato in fase di massa (Teoria del Conto in Banca), e risolto al meglio in fase di definizione con il giusto approccio alimentare e di allenamento. E qui mi sento di consigliarvi il mio libro Cibo e Muscoli e il nostro sistema di allenamento con i pesi Master Wallace System! Inutile dire che gli abusi di doping, in particolare modo di GH e Insulina, creano addomi dilatati come cocomeri anche se il grasso è bassissimo, come purtroppo molti campioni odierni di bodybuilding mostrano sui palchi, questo perché gli organi interni vengono ingigantiti dal doping.

In definitiva, non state troppo a disperarvi se non avete un vitino da ragazzina, ma pensate a lavorare duro ed a perseguire l'aspetto del colosso! Quanto deve misurare il girovita di un uomo? La risposta è: a chi importa?

Generic 2

Potrebbe interessarti