scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
Vene e Bodybuilding

Vene e Bodybuilding

Le verità mai dette

Quando si parla di qualità muscolare in ambito di Bodybuilding, le vene hanno un grosso ruolo, specialmente nel Bodybuilding agonistico dove il doping è il fattore principale che annulla ogni forma di preparazione tecnica. Non credete alle balle dei campioni o dei bodybuilder agonisti che parlano di sacrifici, sangue e sudore, dedizione. Tutte balle. I veri sacrifici li fanno solo i veri atleti naturali, i quali, aimè, purtroppo sul palco si vede bene che non usano sostanze chimiche.

Il ruolo delle vene nel riconoscimento del Doping

Fra i fattori che fanno capire facilmente chi si bomba e chi no, a parte l'aspetto da secchi e anoressici dei veri natural, ci sono anche le vene. I dopati hanno SEMPRE una sistema vascolare molto più sviluppato, con maggiori ramificazioni, maggiore calibro delle vene stesse. L'aspetto del dopato che ha una ragnatela di vene anche in punti del corpo innaturali, è il marchio di fabbrica del doping. Questa è la verità nuda e cruda. Anche se alcuni individui sono portati ad avere un sistema vascolare in evidenza, e la definizione muscolare aiuta ad evidenziare le vene, i dopati vanno oltre la normale fisiologia venosa. In soggetti predisposti alle vene varicose, l'uso dei farmaci porta anche alla formazione di vene varicose in tutto il corpo, anche i punti anatomici che normalmente non mostrano mai vene varicose. Pensate a Paul Dillet (visibile nella foto di testa dell'articolo), che aveva vene varicose a forma di serpe, grosse come tubi su tutto il torace, spalle e braccia, tanto per fare un esempio.

Le vene come nuovo fattore di valutazione estetico

Purtroppo oggi come oggi, nel Bodybuilding agonistico, le vene esasperate hanno preso il posto delle masse muscolari! Fateci caso. Nelle gare di basso livello, diciamo non di professionisti di elite, che quanto meno esibiscono masse enormi e svenate, i garisti dilettanti o mediocri, dopati, mostrano una grande qualità muscolare, data appunto da un sistema vascolare esasperato, ma le masse stanno assenti o quasi. Pensate poi ad un Arnold, che mostrava masse smisurate e ben definite senza sistemi vascolari abnormi, a parte la venona sul bicipite, più genetica che altro.Oggi i mix di farmaci usati dai dopati mediocri e falliti, che mai arriveranno da nessuna parte, ne mai sarano ricordati nella storia del bodybuilding, sono in grado di donare grande vascolarità, ingannando l'occhio, impressionando i neofiti, ma a ben guardare le masse muscolari non sono nulla di che.

Un bodybuilder naturale fa quello che può, ma lottare contro i farmaci è una lotta improba e inutile. E i test antidoping, seppure posti in buona fede e onestà da certe federazioni (onore), sono inadeguati per il semplice fatto che certi soggetti che si vedono sul palco è del tutto evidente che non sono naturali, e se i test sono inadeguati, bè questo è un altro tema. Per questo io invito tutti i giovani a non essere stolti, e a non credere alle favole e alle bugie ignobili di taluni falsi maestri. E dico loro che è comunque possibile ottenere un grande fisico naturale, con grossi muscoi magri e definiti! Master Wallace vi aspetta nel MWS la carriera muscolare. Il resto è doping.

Generic 2

Potrebbe interessarti