scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
bruce lee ed il wing tsun

bruce lee ed il wing tsun

Contrariamente a quello che spesso si racconta ed a rigore di verità, come ci tiene a precisare sua moglie Linda, Bruce Lee nella vita ha avuto un solo maestro, Ip Man insegnante di Wing Chun a Hong Kong.

Fu William Cheung ad introdurlo nella scuola che frequentò dal 1953 al 1958, quando partì per gli USA.

Secondo quando ci riferisce W. Cheung, Bruce non aveva terminato gli studi dell’arte di Ip Man, era riuscito ad imparare la Shil lim tao e la Chum Kil con le sue applicazioni ed il Chi sao.

È noto che nelle sue frequenti visite a Hong Kong andava spesso a trovare il suo maestro. Quando poteva si allenava con i suoi amici Wong Sheung Leung e W. Cheung e con questi Bruce Lee ha sempre tenuto un contatto epistolare.

Sappiamo che nei primi anni in America Bruce insegnava Wing Chun, mentre sul finire degli anni sessanta chiamava il suo stile di combattimento Jeet Kune Do. Oggi i concetti del JKD sono insegnati in tutto il mondo ma come Hawkins Cheung ci dice: “senza Wing Chun non sarebbe mai nato il JKD”.

Lo stesso Bruce in un suo discorso, quando nel 1968 presentò per la prima volta al pubblico la sua arte iniziò con queste parole: “Innanzitutto devo fare una premessa. Io non ho creato nulla, tutto quello che so lo devo al prof. Ip Man, insegnante di Wing Chun in Hong Kong…”.

Poco tempo prima di morire Bruce Lee confidò ad H. Cheung che il JKD non era altro che  il principio del Pak sao trasmesso a tutte le tecniche. Pure Victor Kan sostiene che Bruce ha sempre mantenuto il Wing Chun.

Osservando i suoi film, ogni praticante di Wing Chun può riconoscere molte tecniche a lui familiari. E vista la bravura con cui le eseguiva capiamo come il Wing Chun costituisse sempre la base della sua arte. Il Jeet Kune Do non era uno stile di combattimento ma solo un nome il cui significato si traduceva in Bruce Lee stesso.

Generic 2

Potrebbe interessarti