scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
ciclismo giro d'italia 2010 news

ciclismo giro d'italia 2010 news

Giro d'Italia 2010: tornano le vere montagne. Ecco tutte le tappe

Questo è un vero giro. L’edizione della corsa rosa del 2010 partirà daAmsterdam l'8 maggio e si concluderà il 30 a Verona: nel mezzo 7 arrivi per velocisti, 4 cronometro e tanta, tanta montagna (come piace agli appassionati delle due ruote), concentrata nella terza e decisiva settimana. Sarà dunque un Giro per scalatori che avranno terreno per infiammare il pubblico, sicuramente numeroso, sulle mitiche salite di Mortirolo, Gavia, Zoncolan, Plan de Corones e Tonale.

Dopo un trittico in Olanda, una crono individuale di 8,4 km e due tappe pianeggianti, si torna in Italia. La quarta frazione è una crono a squadre di 32,5 km con partenza da Savigliano ed arrivo a Cuneo. Con la quinta tappa si cominciano a vedere le prime salite, anche se l'arrivo a Novi Ligure è adatto ai velocisti. Dopo il Piemonte il Giro d'Italia sfiora la Liguria e poi si butta fra l'Emilia e la Toscana dove troviamo una delle novità di questa edizione, un lungo tratto di sterrato nella settima tappa, la Carrara-Montalcino di km 215. "Anche in Italia abbiamo una piccola Roubaix", ha commentato Angelo Zomegnan, direttore del Giro d'Italia, presentando la frazione che prevede un ultimo tratto di strade bianche di circa 10 km. Il giorno dopo, il Giro affronterà la prima tappa con arrivo in salita, la Chianciano Terme-Terminillo di 189 km. Il traguardo dell'undicesima tappa è a L'Aquila, al termine della frazione più lunga del Giro di 256 km. A prescindere dal significato “umanitario” la frazione prevede tre Gpm e un arrivo in leggera salita. La corsa si prende poi un paio di tappe di semi riposo, con un arrivo allo sprint a Porto Recanati e una tappa mista dalle Marche a Cesenatico ma dalla quattordicesima frazione arrivano le salite i 19 km del Monte Grappa e arrivo ad Asolo dopo 201 km, e nella 15a tappa, con arrivo sul Monte Zoncolan dopo 218 km. Dopo il secondo giorno di riposo la carovana riparte con un'altra frazione destinata a fare selezione: la 16a tappa è una durissima crono-scalata di 12,9 km con partenza da San Virgilio di Marebbe a Plan de Corones. Fa paura anche la 19a frazione, la Brescia-Aprica di 195 km in cui i corridori affronteranno le terribili vette del Mortirolo. La cima Coppi della 93a edizione è sui 2618 metri del Passo Gavia con pendenze massime del 15%, momento-chiave della 20a tappa la Bormio-Ponte di Legno. L'ultima frazione, la 21esima, non sarà una passerella ma una insidiosa crono individuale di 15,3 km con arrivo all'interno dell'Arena di Verona

Generic 2

Potrebbe interessarti