scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
Doping nel calcio esiste?

Doping nel calcio esiste?

Sebbene il bodybuiding sia lo sport del doping per antonomasia, anche il calcio non ne è immune.

Il doping nel calcio, specie fra i professionisti e le squadre di elite esiste davvero, o questo sport ne è immune? Ecco l'analisi di master wallace.

  • morti per doping nel calcio
  • le vere alternative naturali ai farmaci dopanti

Morti per doping nel calcio

Pare che vari calciatori che militavano negli anni 70 nella serie A e B del calcio italiano, siano poi deceduti 20 o 30 anni dopo, in ancora giovane (relativa) età, a causa di malattie quali la sla, la leucemia, ictus. Anche se legami certi e provati non sono mai stati presentati, sembra che le cause di questi morti siano dovute all'abuso di farmaci dopanti, in genere anti infiammatori, analgesici,cardiotonici, che erano molto prescritti ai calciatori dell'epoca. E molti personaggi del settore, fra cui ex calciatori famosi, ne sono tuttora convinti. ma nel calcio di oggi, qual'è realmente la situazione? Nel ciclismo ad esempio sappiamo che l'uso e abuso di epo (eritropoietina sintetica),steroidi anabolizzanti e testosterone, sia ormai conclamato, ed alcuni grandi campioni come Lance Armtrong, reo confesso, ne sono la prova provata. Il calcio ne sembra immune, ma è davvero così?

doping nel calcio e controlli

Ma morti per doping nel calcio a parte, ecco come stano le cose.Il doping nel calcio è un argomento molto nascosto.Le positività dei calciatori sono collegate a minime quantità di sostanze che non fanno clamore, o a classiche droghe come la cocaina. Ma uno studio dell'Uefa smaschera anche il mondo del calcio. Nei campioni di urina del 7,7% dei calciatori che giocavano in Champions League dal 2008 al 2013, sono stati rilevati valori di testosterone oltre il lecito.

L'Uefa ha sistematicamente sempre negato la diffusione di sostanze dopanti nel calcio professionistico, eppure uno studio svolto in maniera anonima, sulle urine di oltre 4.000 calciatori)nega questa affermazione. Dal periodo 2008-13, 879 calciatori che giocavano in Champions,ed Europa League e due campionati europei avevano alti valori di testosterone. Inoltre 68 analisi rivelavano il possibile uso di steroidi anabolizzanti.

L'Uefa, ha cercato di minimizzare dicendo che i 12 laboratori che hanno analizzato le urine non usavano procedure regolari, e le analisi erano di risultato dubbio. Infine, non è stato possibile fare le controanalisi come previsto dalla Wada in casi di doping: per questo lo studio non presenta prove scientifiche,almeno in teoria in relazione al doping nel calcio. E ha dichiarato che ci saranno sistemi ed analisi più efficienti, quali l'introduzione del passaporto biologico, ma per ora sono solo vacue promesse.Le vere alternative naturali ai farmaci dopanti

Per emergere nello sport, occorre tanta abnegazione in primis, ed uno stile di vita corretto in termini di recupero e nutrizione sportiva. Nel bodybuilding però,queste cose non bastano, perchè non si cerca la prestazione in se, ma solo l'aspetto estetico. Occorre quindi anche il metodo di allenamento giusto, perchè non esistono tante strade che portano tutte al successo muscolare. In realtà la via tecnica nel bodybuilding naturale, quello non infarcito dal doping, è unica e si chiama master wallace system. e il suo creatore si chiama master wallace. Un nome, un uomo, una garanzia. Il resto è mediocrità fisica e doping. Meditate.

Generic 2

Potrebbe interessarti