scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Carrello (0)
Sylvester Stallone e il suo fisico all'epoca di Rocky

Sylvester Stallone e il suo fisico all'epoca di Rocky

Sylvester Stallone alias Rocky Balboa

Il magnifico film Rocky che regalò la fama a Sylvester Stallone fu completamente ideato da lui che, per vendere lo sceneggiato, impose la sua presenza come protagonista nel film.

Le sue scelte artistiche furono ampiamente ripagate, infatti non solo incassò al botteghino più di duecento milioni di dollari ma vinse anche tre premi oscar.

Il film può essere considerato come la trasposizione della storia di Stallone, infatti, pur avendo preso ispirazione da fatti realmente accaduti, cioè l'incontro pugilistico tra il campione Muhammad Ali, e il semisconosciuto Chuck Wepner in cui il primo fu messo in seria difficoltà dal secondo finendo anche al tappeto, si possono scorgere dei punti in comune con la sua storia precedente alla fama.

Nel film, Stallone mostra come un duro allenamento, la tenacia e la costanza possano far raggiungere il risultato sperato anche se l'impresa sembra essere titanica e fuori portata.
Il protagonista si muove all'interno di situazioni non semplici, proprio come quelle di Sylvester Stallone all'epoca della stesura dello sceneggiato e solo i continui esercizi riescono a farlo giungere al traguardo, la sconfitta del campione in carica.
Benchè il suo copione fosse piaciuto particolarmente ai produttori ai quali era stato presentato, questi avrebbero preferito affidare il ruolo del protagonista Rocky Balboa ad attori più esperti: quando lo sceneggiatore si rifiutò, rinunciando alle alte cifre propostegli in cambio del manoscritto, quel ruolo fu adattato alla sua figura più di quanto già non fosse e la parte fu finalmente sua.

Perché fu scelto Sylvester Stallone

In quell'epoca (si parla della metà degli anni settanta), Stallone aveva già recitato piccoli ruoli ma non era, presumibilmente, pronto per un tale compito: come mai allora ottenne la fiducia dei produttori?
Schematicamente si può dire che:

  1. L'idea era stata sua e lui sapeva meglio di tutti come interpretare quel personaggio simbolo di riscossa.
  2. L'attore possedeva un fisico particolarmente scolpito che agevolava la produzione del film.
  3. L'interpretazione che riusciva ad offrire quel giovane ancora sconosciuto al mondo di Hollywood risultava più realistica rispetto a quella dei grandi attori contattati.

Esaminiamo meglio ciascun punto

  • Stallone sapeva cosa volesse dire stare ai margini della società e lottare per spuntarla, aveva la tempra necessaria che serviva a dare credibilità al personaggio da lui inventato, la stessa che deve aver visto in quel giovane pugile poco tempo prima.
    Durante la sua vita, aveva sempre praticato sport, come il football e la scherma, i quali contribuirono a scolpire bicipiti, tricipi e quadricipiti in maniera sensazionale.
  • Dedicò allo sport e ai vantaggi che ne otteneva dal punto di vista fisico, gran parte della sua vita: ciò che gli interessava era sviluppare i muscoli in modo che fossero ben disegnati, solidi e non eccessivamente pompati, perché in caso contrario non sarebbero stati realmente credibili; nelle foto di quel periodo si può infatti ammirare un'eccezionale forma fisica asciutta derivata dalla massa muscolare priva di qualsiasi strato di grasso.
    I punti sui quali si è maggiormente impegnato sono i pettorali, lineari e scolpiti ma anche gli addominali, che si presentano corposi.
    Per girare il film si allenò in modo che ogni muscolo fosse ben evidenziato naturalmente e per ottenere ciò dovette seguire costantemente gli allenamenti specifici per ciascuna parte del corpo.
  • Il terzo punto si collega agli altri due, infatti per risultare credibile, il suo corpo doveva presentarsi sì come quello di un atleta professionista ma che allo stesso tempo fosse appena giunto al livello necessario per la competizione, in armonia col profilo psicologico, ingenuo ma tenace, allenato ma non con strumenti specifici bensì con quelli che si possono trovare quotidianamente come i gradini di una scala.

Il successo del film si deve dunque alla storia che vede il riscatto di un giovane che compie quella che sembrava un'impresa più grande di lui in seguito alla forza di volontà ma anche al modo in cui Stallone seppe presentare sé stesso al momento della scritturazione, diventando in breve tempo un sex symbol dell'industria Hollywoodiana e mantenendo nel corso degli anni uno dei fisici più belli e imitati dagli uomini di tutti i paesi.

SYLVESTER STALLONE BACK WORKOUT

Generic 2

Potrebbe interessarti