scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Cibi leggeri per il mare e come nutrirsi in spiaggia

Cibi leggeri per il mare e come nutrirsi in spiaggia

Fra bagni di sole e nel mare occorre anche mangiare bene ed evitare digiuni

I giovani e non solo, in piena estate passano le giornate in spiaggia, impegnati in tuffi e partite di racchettone o volley, sempre sotto un sole cocente. In queste condizioni a parte la disidratazione cospicua, anche le energie subiscono un calo, specialmente a livello di zuccheri nel sangue (glicemia) e nei muscoli ( glicogeno). ma non può essere il classico piatto di pasta o riso a risolvere i problemi.

  • piatti pronti da portare al mare
  • l'utilità degli integratori in spiaggia

Piatti pronti da portare al mare

In realtà non è che sia cosi semplice e scontato portarsi da mangiare al mare. Un po per scomodità e un po per pigrizia. molti non si portano proprio nulla da casa, e magari si arrangiano sul posto andando al bar dello stabilimento balneare. La prima cosa che devo dirvi è di portare come prima cosa una bottiglia grande di acqua fresca.

La disidratazione è il primo vero problema di chi sta molte in spiaggia sotto il sole, sia che stia fermo ad abbronzarsi che giocare sotto una rete. Se poi dentro la bottiglia ci sciogliete anche delle pastiglie effervescenti di vitamina c e magnesio, (che contengono anche cloruro di sodio) avrete anche i sali minerali necessari oltre alla quantità di liquidi sufficiente.

Il problema di portare in cibo in spiaggia è nella alta temperatura. Ad esempio se portate pietanze che tendono a sciogliersi, a meno che non siate forniti di una borsa termica, tutto andrà in pappa. Comunque come pranzo andrebbe benissimo un po di riso freddo condito con tonno, oppure un panino con la bresaola. Il tutto accompagnato da almeno due frutti tipo banane o melone che sono molto ricchi di potassio, un minerale che tende ad esaurirsi rapidamente in condizioni ambientali di caldo e sforzo, causando in tal caso una debolezza estrema e confusione mentale.

L'utilità degli integratori in spiaggia

Ma aldilà dei cibi leggeri da portare al mare, dovete considerare un altra utile opportunità che sono gli integratori. In che senso? Semplicemente che occupano poco spazio e possono essere assunti facilmente e velocemente. I migliori in assoluto sono le barrette iperproteiche ed energetiche, ed gli aminoacidi ramificati detti anche bcaa.

Questi due integratori proteggono i muscoli dal catabolismo e dalle ore di digiuno, inoltre assicurano anche un apporto energetico e di lucidità mentale. Ogni due ore circa, o anche ogni ora, ad esempio, assumendo pochi grammi di bcaa, da cinque a dieci grammi a seconda del vostro peso corporeo, potrete andare avanti per ore giocando a racchettone o altri sport, anche nuotare ovviamente. 

Vengono assimilati velocemente e senza digestione, arrivano direttamente ai tessuti muscolari che sono sempre assetati di bcaa, in particolare modo di leucina. Ma è imperativo bere sempre e molto. Le barrette proteiche ed energetiche invece possono essere assunte ogni due ore circa. Ma ricordate che sono giornate e situazioni particolari estreme.

 La raccomandazione è di non eccedere mai con troppe ore di sport in spiaggia e sotto il sole. E se siete dei bodybuilders sappiate che queste attività portano a svuotare i muscoli e alla perdita di massa e forza. Se volete nutrirvi sempre al meglio, massimizzando la costruzione muscolare e la perdita di grasso corporeo, per tutte le stagioni dell'anno, il mio libro cibo e muscoli è la vostra soluzione al top.

CIBO E MUSCOLI

Potrebbe interessarti