scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
La finasteride e la fertilità maschile strategie di concepimento

La finasteride e la fertilità maschile strategie di concepimento

Se il dilemma è diventare calvi o senza figli ecco le possibili soluzioni

Molti uomini che usano il farmaco noto come finasteride per contrastare la calvizie, hanno il timore di non poter concepire figli, a causa di presunti effetti collaterali a carico dell'apparato riproduttivo, ma la questione va analizzata al meglio, anche in relazione alla produzione di testosterone naturale. L'ormone maschile ha una grande importanza,anche per lo sviluppo della massa muscolare e il mantenimento della densità ossea.

  • Che cosa è e a cosa serve la finasteride
  • Strategie naturali per aumentare la fertilità

Che cosa è e a cosa serve la finasteride

La finasteride è un farmaco, un prodotto di sintesi basato su una molecola azosteroidea, che funziona nei maschi adulti con un meccanismo di inibizione contro l’enzima 5-alfa reduttasi di tipo II. Risulta ad oggi essere il farmaco di elezione per il trattamento e cura della calvizie androgenetica maschile,anche se in origine era stata creata ed usata per la cura della ipertrofia prostatica, con dosaggi di 5 milligrammi al giorno, mentre per la cura della alopecia è sufficiente un solo milligrammo.

  Il suo meccanismo d’azione è come già accennato, di forte inibizione dell’enzima 5-alfa-reduttasi, bloccando la conversione del testosterone in un altro ormone detto diidrotestosterone,diretto responsabile del processo di miniaturizzazione della radice del capello, che porta alla calvizie per morte del follicolo pilifero, contribuendo, quindi, a contrastare l’alopecia androgenetica.Con il calo dei livelli di dht,il processo di miniaturizzazione dei capelli si ferma o rallenta molto, anche se la risposta al farmaco è altamente soggettiva.Va anche detto che laddove il follicolo pilifero è morto, il farmaco non può più agire, ma funzionerà solo su quelli ancora attivi.

Strategie naturali per aumentare la fertilità

La finasteride e la fertilità sono in antitesi? La risposta è no, anche se su alcuni soggetti può verificarsi un leggero calo della produzione spermatica, non si giunge mai a veri  e propri stati di oligospermia ed azoospermia, e la capacità di procreare rimane a livelli normali. Inoltre è sempre possibile ed auspicabile, nel caso si voglia giungere ad una fecondazione in tempi rapidi, ricorrere a cure mediche di natura ormonale,che però vanno sempre valutate e proposte da uno specialista. 

Inoltre nel peggiore dei casi, ovvero nel contesto di una vera e propria azoospermia, si può ricorrere alla inseminazione artificiale. Se volete aiutarvi da soli, in modo naturale,esistono alcune sostanze reperibili sotto forma d'integratori, le quali possono potenziare la produzione naturale di testosterone, e di conseguenza anche la produzione di spermatozoi. va detto che di base dovete comunque avere una alimentazione sana e nutriente, e ricca di sostanze antiossidanti, le quali hanno un ruolo ben preciso nel potenziare la produzione di spermatozoi e mantenerli sani e attivi.

Fra le tante possiamo citare lo zinco e l'arginina, e certe erbe come il tribulus terrestris e l'erba maca. Ne esistono molte altre, ed è possibile concepire dei veri e propri mix di potenziatori della produzione ormonale naturale. Nel mio libro intitolato manuale del testosterone,troverete oltre a tanti di questi speciali mix, anche tecniche alimentari e mentali per avere il massimo della produzione ormonale maschile.Strategie utili anche per chi si allena in palestra e vuole ottenere il massimo dei risultati di massa e forza.

MANUALE AUMENTO TESTOSTERONE WALLACE

Potrebbe interessarti