scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
La frutta dopo i pasti si può mangiare?

La frutta dopo i pasti si può mangiare?

Una domanda semplice ma molto frequente che crea confusione sulla utilità della frutta

Alcune persone non mangiano mai al termine del pranzo o della cena la frutta, perché sono convinte, o hanno sentito dire e letto in giro, che possa fare ingrassare e causare digestioni difficili, ma cosa c'è di realmente vero in questa convinzione dal punto di vista scientifico ed empirico? Ed assumere integratori o frutta fresca, è la stessa cosa?

  • i benefici della frutta
  • assumere frutta dopo mangiato i vantaggi

I benefici della frutta

La frutta e le verdure, dai tempi più remoti, diciamo già dai primi ominidi ai tempi preistorici, faceva parte della alimentazione giornaliera.Infatti se era relativamente difficile cacciare e assicurarsi animali per assumere la carne, i vegetali erano ovunque e sempre disponibili. Oggi la scienza e l'esperienza empirica, ed anche i dati epidemiologici,ci dicono che un apporto quotidiano di frutta e verdura, è fondamentale per il mantenimento della salute.Davvero se a priori, per qualunque motivo non valido,qualcuno esclude l'apporto di frutta e verdura dalla sua alimentazione quotidiana, ebbene a lungo termine sarà molto probabile che si ammalerà, e la sua vita difficilmente longeva.

La frutta non contiene grassi, ha poche calorie, ed assicura un rifornimento di zuccheri di qualità, oltre ad un alto contenuto di fibre,benefiche per il sistema gastro intestinale e il controllo della glicemia. Ma il patrimonio più grande della frutta è il suo contenuto di vitamine ed anti ossidanti molto specifici ed efficace per contrastare l'eccesso di ossidazioni e i radicali liberi, fonti di malattie di varia natura. In ogni tipo di dieta, sia dimagrante che di costruzione della massa muscolare in palestra, non bisogna mai rinunciare a questi importanti alimenti della natura umana.

Assumere frutta dopo mangiato i vantaggi

Ma assumere la frutta dopo i pasti fa bene o fa male? In realtà è una cosa molto utile,perché non solo certi frutti migliorano la digestione grazie al contenuto di enzimi digestivi, e possiamo citare in questo senso l'ananas e il kiwi, ma anche le mele. Inoltre grazie al contenuto di vitamina c ed antiossidanti, migliorano l'assorbimento del ferro e di altri minerali, proteggendo nello stesso tempo l'organismo dalle ossidazioni dei grassi contenuti nel pasto.

Si tratta poi anche di abitudini. Infatti chi non la mangia mai a fine pranzo, i primi tempi può accusare qualche fastidio leggero tipo gonfiori addominali, ma a parte che non bisogna esagerare, si stratta solo di procedere con progressione, con qualche piccolo pezzo di frutta, per arrivare ad uno o due frutti interi. Non di più però, specialmente se avete consumato un pasto ricco di carboidrati come pasta e riso, o pane e cereali in genere.

Ci sono però, di fatto, persone le quali a causa di patologie pregresse di natura gastrointestinale o di tipo metabolica, le quali non possono assumere frutta dopo i pasti, e a volte nemmeno lontano da questi. In questi casi la pertinenza è del medico. Da sfatare comunque il mito secondo cui, mischiare frutta agli altri alimenti, possa causare una cattiva assimilazione dei nutrienti, o scatenare chissà quali problemi, Sono semplicemente bugie o falsità messe in giro da gente male informata.Quindi mangiate la frutta e le verdure con fiducia e piacere, anche dopo i pasti, e se volete approfondire al massimo livello l'alimentazione utile per la salute e lo sport, vi consiglio il mio libro,da anni best sellers del settore,intitolato cibo e muscoli.

CIBO E MUSCOLI

Potrebbe interessarti