scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
La corsa a scatti per dimagrire funziona?

La corsa a scatti per dimagrire funziona?

Un metodo di allenamento ad alta intensità efficace ma rischioso

Se guardate gli atleti di elite dei 100 metri, ovvero gli uomini più veloci del mondo, si nota subito che sono molto magri e definiti, in genere conpercentuali di grasso ad una cifra, ed hanno muscoli discretamente sviluppati, ovvero non hanno certo l'aspetto emaciato dei maratoneti, che pure sono magrissimi. Come mai questa differenza estetica?

  • Perché con gli scatti si dimagrisce velocemente
  • I rischi potenziali della aerobica ad alta intensità

Perché con gli scatti si dimagrisce velocemente

Anche se in genere viene consigliato di correre in modo blando per favorire un maggiore e più mirato consumo dei grassi, a sfavore degli zuccheri di deposito, in realtà correre ad alta velocità è di gran lunga più efficace per bruciare grasso. Paradossalmente correndo molto veloci, diciamo al 100 per 100 della vostra potenza, in quei momenti il consumo dei grassi da parte dei muscoli e dell'organismo è pari a zero.

Il combustibile usato è composto essenzialmente da atp allo stato puro e glucosio. Il terremoto metabolici avviene durante i recuperi fra uno scatto e l'altro, ove la spaventosa termogenesi muscolare creata dagli altissimi livelli di adrenalina, stimola i grassi a fuoriuscire dal tessuto adiposo per essere bruciati rapidamente. ma non finiscono qui i benefici degli scatti di velocità a piedi.

Il metabolismo viene talmente stimolato dagli scatti, che anche molte ore dopo la performance, si continua a bruciare grasso, perché la termogenesi rimane alta. Una cosa straordinaria vero? Ma non è tutto oro quello che luccica ragazzi, e se le cose non sono fatte per bene ci sono molti rischi. 

I rischi potenziali della aerobica ad alta intensità

Ora, prima che vi mettete a fare una corsa a scatti per dimagrire, a rotta di collo, ascoltate bene. Questa pratica non può essere eseguita più di una o massimo due volte a settimana. Se la fate troppo spesso, il catabolismo muscolare sarà troppo alto e i livelli di cortisolo, anche questi saliranno molto. fare gli sprint richiede molta adrenalina e cortisolo, ed il fisico subisce un duro colpo dal punto di vista metabolico. Anche il muscolo cardiaco si sforza moltissimo e ripetere questi sforzi troppo spesso può essere pericoloso e comunque faticoso a livello cardiaco.

Inoltre se vi allenate anche in palestra con la pratica del bodybuilding,bisogna considerare il lavoro delle gambe con i pesi, che rischiano di andare in sovrallenamento cronico. Devo anche dirvi che il rischio di infortuni è molto alto a carico dei muscoli adduttori e femorali se esagerate con la frequenza delle sedute, ma non solo. Dovrete anche dosare bene la quantità del lavoro su pista, i tempi, le ripetute e i tempi di recupero fra queste.Come ottimizzare tutto questo? Ci ha pensato master wallace, che è super esperto anche in questa affascinante pratica sportiva che esegue da sempre. Il suo manuale intitolato super aerobica wallace, da anni scaricatissimo on line, non vi deluderà.

Super aerobica wallace

Potrebbe interessarti