scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Cosa sono e a cosa servono gli aminoacidi ramificati bcaa

Cosa sono e a cosa servono gli aminoacidi ramificati bcaa

Incremento delle performance

Le proteine sono considerati i mattoni dei tessuti organici. Queste a loro volta sono composte da lunghe catene di aminoacidi assemblate in varie sequenze e differiscono tra loro proprio per l'ordine con cui gli aminoacidi vengono a posizionarsi lungo la successione.
Gli aminoacidi in natura sono una ventina
, per grossa parte sintetizzabili dall'uomo attraverso l'alimentazione, ad eccezione di 8 di questi per i quali la macchina umana non possiede i mezzi di sintesi; sono detti aminoacidi essenziali e sono indispensabili per la vita.
Questi vengono assimilati dall'esterno già assemblati e sono contenuti in molti alimenti, per lo più di origine animale; 3 tra questi sono detti aminoacidi ramificati o BCAA e rappresentano 1/3 del fabbisogno muscolare, sono la leucina, l'isoleucina e la valina.

Il ruolo dei BCAA

I BCAA (Branched Chain Amino Acid) o aminoacidi a catena ramificata non sono soggetti al metabolismo epatico e partecipano direttamente alla produzione di fibre muscolari apportando azoto utile alla sintesi di altri aminoacidi come l'alanina e la glutamina.
Questi svolgono dunque il ruolo di anaboliti muscolari, sono i diretti responsabili della produzione di nuove fibre anche di altri tessuti; in medicina vengono utilizzati nella fase di recupero di gravi traumi e ustioni, per combattere la diminuzione di massa magra (cachessia o sarcopenia), ma anche in alcune condizioni paologiche come epatopatie, encefalopatia epatica, broncopneumopatia cronico ostruttiva.
Ma le principali applicazioni dei BCAA risiede nell'ambito sportivo, dove l'utilizzo consente:

  • incremento delle performance;
  • preparazione all'allenamento;
  • resistenza durante l'allenamento;
  • miglior recupero dopo l'allenamento.

Incremento delle performance

I BCAA consentono una maggiore opposizione all'ingresso del triptofano (aminioacido essenziale precursore della serotonina) libero nel cervello.
La produzione di serotonina (neurotrasmettitore) determina la sensazione di affaticamento che è causa di interruzione e/o sospensione dell'allenamento. Dunque la somministrazione di BCAA prima della seduta di allenamento consente una durata maggiore dello stesso.
I BCAA inoltre limitano la produzione di ammoniaca, che si forma in abbondanza durante gli sforzi fisici, è tossica e determina un ostacolo alla sintesi di altri aminoacidi.
Durante l'ossidazione gli aminoacidi ramificati producono alanina, aminoacido indispensabile nella glucogenesi e che contribuisce a mantenere costanti i valori glicemici; sono inoltre coinvolti nella sintesi della glutamina.

Preparazione all'allenamento

Assumere BCAA in previsione di uno sforzo fisico prolungato contribuisce alla resistenza allo sforzo oltre che incrementarne le performance, grazie al contrasto verso il triptofano intracerebrale, che induce stanchezza e affaticamento.
L'ormone della crescita (STH), il testosterone e l'insulina sono influenzati dall'apporto dei ramificati
, la risposta di questi ormoni contribuisce ulteriormente a donare forza e vigore all'organismo.

Resistenza durante l'allenamento

Oltre che conferire potenza e resistenza agli sforzi, i BCAA contribuiscono alla prevenzione della degradazione proteica, che è conseguenza dei ripetuti sforzi fisici.
L'aumento della resistenza indotto dalla cattura del triptofano endocerebrale, viene suffragato dalla maggiore tenuta del tessuto muscolare, contribuendo ulteriormente alla prevenzione di eventuali infortuni (stiramenti, strappi, lacerazioni).

Miglior recupero dopo l'allenamento.

L'apporto di ramificati dopo l'allenamento contribuiscono al recupero energetico, allo smaltimento dell'acido lattico e all'ammoniaca e diminuisce il catabolismo dei tessuti muscolari.
L'attenuazione della sintomatologia non deve però dissuadere l'atleta dai normali esercizi di defaticamento che comunque vanno rispettati, anche per non annullare gli effetti benefici dei BCAA.

Dosaggio e controindicazioni

Alimenti ricchi di aminoacidi ramificati non sono rari da reperire sulle tavole italiane. I cibi che maggiormente conengono BCAA sono pollo, manzo, pesce, latte, legumi e molti formaggi, in particolare Bresaola e Parmigiano.

L'apporto giornaliero dovrebbe rientrare in 1 gr di BCAA per ogni 10 Kg di peso corporeo; tuttavia i moderni integratori in compresse rimangono i preferiti dagli atleti, sia per la semplicità di gestione, sia per le formulazioni che prevedono l'abbinamento con vitamine del gruppo B e diverse concentrazioni dei singoli aminoacidi.
In commercio sono disponibili:
- BCAA 2:1:1, con una concentrazione di leucina doppia rispetto a valina e isoleucina;
- BCAA 4:1:1, con rapporto quadruplo di leucina;
- BCAA 8:1:1, in questi l'apporto di leucina è 8 volte maggiore rispetto agli altri 2.

manuale completo wallace sugli integratori

Potrebbe interessarti