scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Bolt finale 100 metri londra fine di un mito

Bolt finale 100 metri londra fine di un mito

Il re dei 100 metri ha concluso male la sua incredibile carriera

La finale dei 100 metri a londra, nei mondiali di atletica 2017, ha mostrato al mondo come anche un mito della velocità,un super uomo, o se volete un alieno dello sport, può finire il suo dominio. E l'ombra del doping non è certo assente nemmeno su un uomo che si chiama usain bolt.

  • bolt finale londra
  • il doping la madre di tutte le battaglie

Bolt finale londra

Personalmente, con la mia esperienza di oltre 40 anni di palestra, e con la mia infallibile valutazione nel catalogare e giudicare un fisico, indipendentemente dallo sport praticato del soggetto, avevo già capito che Bolt era finito. Nelle batterie di qualificazione infatti, avevo notato come non era affatto in forma, anzi.Il fisico era appesantito, non più magro, i deltoidi erano lisci e non più sfibrati e definiti, il viso paffuto. Infatti le qualifiche hanno poi mostrato come ai blocchi la sua partenza era più lenta del normale ( era comunque un suo punto debole), e la impressionante rimonta e accelerazione, che di solito gli consentiva di riprendere e superare facilmente tutti gli avversari, era lenta e macchinosa.

Il suo viso stesso e le espressioni, i gesti, non erano più quelli dello sbruffone sicuro di se ed invincibile, ma di un uomo insicuro e quasi rassegnato al suo destino. Ed infatti la finale l'ha persa, anche se è arrivato terzo, comunque vicino ai suoi avversari. Ma per uno come lui un terzo posto non significa nulla, e la sconfitta brucia. Secondo molti osservatori, per chiudere al meglio la sua incredibile carriera, diciamo in bellezza, ed essere ricordato nella storia con il migliore dei ricordi, praticamente dopo la vittoria alle ultime olimpiadi, non doveva più correre e amen.

Il doping la madre di tutte le battaglie

Ma la finale di Bolt a londra, era ormai una questione di business, ed a Bolt, pare che gli sono state offerte montagne di dollari, pur di avere la sua presenza in gara. E come poteva dire di no, anche sapendo che non era più in grado di vincere? Qualcuno potrà obbiettare che il vincitore gatlin, con 35 anni, dimostrava che in fondo Bolt poteva ancora vincere. Ma la questione non è cosi semplice. In primo luogo, semplicemente, Bolt non aveva più voglia di correre e di fare sacrifici come stile di vita. E lo ha detto chiaramente dopo la gara. Voleva al più presto una vita normale, se così si può dire.

Poi la questione doping, Pare che per questi mondiali, l'agenzia mondiale antidoping (WADA) abbia adottato procedure molto più severe ed efficace per rilevare il doping, costringendo i campioni a staccare molto prima l'uso di farmaci rilevabili, ed evitare l'uso di altri farmaci potenti, ora rilevabili, come l'ormone della crescita, tanto per fare un esempio. I tempi sui 100 metri, dei tre vincitori, di poco sotto i dieci secondi, dimostrano come tutti non erano al massimo della potenza dopante. Siete stupiti che i finalisti dei cento metri di livello mondiale siano dopati? Allora siete ingenui. Scendere sotto i dieci secondi nei cento metri, è già una impresa extra umana, e fare un tempo come quello di bolt, inferiore ai 9,60 (9,58 per la precisione) non solo è extra umano, ma extra galattico.

Per quanto lui è il più dotato di tutti i tempi, per via della sua lunga falcata e frequenza dei passi, cosa mai vista prima in un velocista, ( è questo che lo rendeva imbattibile, a parità di doping), nemmeno lui senza un supporto chimico massiccio, poteva fare una simile impresa.Detto tutto questo, nello sport ormai, il doping è padrone ovunque. E anche nel mio sport, o meglio, nella mia filosofai di vita che si chiama bodybuilding naturale, tutto è marcio, con il marchio degli steroidi anabolizzanti. Io però sono in grado di portare il vostro fisico al meglio possibile del vostro potenziale naturale. Per questo via aspetto nel mio mondo del coaching on line.

QUI IL COACHING ON LINE DI MASTER WALLACE

Generic 2

Potrebbe interessarti