Easydive
Perdere peso velocemente: esistono diete per il dimagrimento rapido?

Perdere peso velocemente: esistono diete per il dimagrimento rapido?

Per quanto possa sembrare improbabile, dimagrire velocemente non è utopia... ma non sempre porta a risultati salutari. Scopriamo perchè.

Scommettiamo che se vi dicessi che è possibile perdere sette chili nel corso di una settimana voi non ci credereste? O al massimo potreste pensare che si tratti di uno dei soliti miti nei quali si può incorrere navigando sul web. Eppure, non è così: in realtà un’impresa del genere è possibile. Per quanto possa sembrare improbabile, dimagrire velocemente non è utopia; dopotutto il peso corporeo è composto non solo da grasso, muscoli e ossa, ma anche e soprattutto dall’acqua. Ed essendo i nostri organismi soggetti a differenze di vario grado - in variazione all’età, alla nutrizione, alla costituzione e quant’altro - i nostri organi e tessuti saranno sempre idratati in modo diverso l'uno dall'altro: per cui, il tipo di dieta che scegliamo di seguire andrà ad influire sia sul contenuto d’acqua nel nostro organismo che, di conseguenza, sulla nostra possibilità di dimagrire e perdere peso! Continuate a leggere questo articolo per capire meglio questi concetti.

Per saperne di più sull'alimentazione del bodybuilder, leggi tutti gli altri articoli

Il ruolo dell’acqua e del glicogeno sui muscoli in relazione alla perdita di peso

Il corpo umano, si diceva, è composto per circa il 65% di acqua; una percentuale che tende ad abbassarsi progressivamente con l’avanzare degli anni, tanto da scendere al 50% negli anziani. Ma la cosa più importante da sapere è che la nostra massa muscolare ne trattiene una grande quantità per via del glicogeno, ossia il glucosio che viene stoccato nei muscoli; ogni grammo di glicogeno attira il ferro, proprio come una calamita, e trattiene a sua volta quasi tre grammi d’acqua.

Nel momento in cui smettete di mangiare o vi sottoponete a una dieta severissima, sotto alle 1000 calorie al giorno, questi depositi non vengono più riforniti ed iniziano così a svuotarsi, assieme all’acqua legata al glucosio. E badate bene al fatto che non vi servirà bere litri su litri per mantenerli pieni, perchè senza glucosio l’acqua non rimane all’interno dei muscoli ma viene ugualmente espulsa; proprio così è possibile riuscire a perdere i sette chili in una settimana di cui vi ho parlato in apertura, in quanto si tratterà di un peso formato in gran parte da acqua e non da grasso. Sarete più snelli? Senza dubbio. Ma sarete anche magri ed emaciati.

Muscoli e perdita di grasso, gli ormoni tiroidei e le diete povere di carboidrati

Oltre a quanto appena descritto, un’altra grave controindicazione delle diete più severe è quella della perdita di massa magra. Ogni qualvolta mangiate meno del necessario, infatti, il vostro organismo affronterà l’emergenza energetica consumando e bruciando il tessuto muscolare per ricavarne il prezioso glucosio; certo, anche il grasso verrà bruciato, ma in modo molto lento e al ritmo di pochi grammi al giorno, almeno finchè il metabolismo basale continua a bruciare energia.

Proprio per questo alcune diete particolarmente pesanti possono portare al blocco del tasso metabolico, a causa dell’azione diretta degli ormoni tiroidei. Ciò porta ad una condizione in cui l’organismo si adatta a vivere con sole 500 calorie al giorno e conseguentemente a non consumare più il grasso residuo: una situazione frustrante, oltre che poco salutare, che va evitata assolutamente. Come farlo? Nell’unico modo possibile: evitando le diete drastiche, soprattutto per quanto riguarda la quota di carboidrati, stimolando la massa magra alla crescita e sostenere la sintesi proteica, allenandosi con i pesi e sostenendo una corretta attività cardiovascolare.

Dimagrire velocemente, i tre passi fondamentali per raggiungere l’obbiettivo

Assodato quindi che quando si cala rapidamente di peso allora si tratta di acqua e non di grasso, andiamo a vedere più nel dettaglio quali sono le regole per dimagrire velocemente bruciando quanti più grassi possibile. Innanzitutto una dieta ipocalorica ma al contempo iperproteica. A seguire, un’attività fisica regolare composta da palestra e corsa. Infine, un uso saggio e oculato degli integratori dimagranti. Ci tengo a ripetere che soprattutto gli allenamenti con i pesi saranno fondamentale per il mantenimento della massa magra, considerato che questa tende a ridursi con le diete (e con il calo del metabolismo basale che ne consegue).

L’attività aerobica permette invece di potenziare le capacità ossidative e lipolitiche del nostro corpo, mentre gli integratori come carnitina e le caffeine contribuiscono all’accelerazione della perdita di grasso; queste sostanze sono legali e salutari, ma ricordatevi: è sempre bene affidarsi agli esperti per quanto riguarda i dosaggi, i tempi e le sinergie d’assunzione. E se non volete assomigliare a dei malati nel giro di poche settimane dall’inizio della vostra dieta, sappiate allora che il miglior modo per perdere peso è farlo lentamente; dopotutto l’organismo riesce a bruciare solo poche decine di grammi di grasso al giorno. Per cui, allenatevi nei periodi invernali e costruite più massa magra possibile, per poi dimagrire nei pre-estivi con allenamenti mirati e una dieta corretta!

Attenziona alla massa magra: il vero dimagrimento significa perdere grasso

Una dieta molto in voga tra i campioni di culturismo, soprattutto nel corso degli anni ‘70, era quella di eliminare totalmente i carboidrati per alimentarsi solo di carne, acqua e verdure; così facendo, si definivano rapidamente ed i muscoli rimanevano belli grossi. Dov’è il trucco, allora? Semplice: dietro ai loro traguardi si nascondeva uno steroide anabolizzante di nome Dianabol. Senza il doping, infatti, tutti questi campioni avrebbero perso non solo il peso e il grasso, ma anche quasi tutti i muscoli.

Qual è la dieta migliore da seguire per una persona che desidere ottenere un onesto corpo da fitness, quindi? Semplicemente mangiare di meno, soprattutto i carboidrati: ciò non significa eliminarli in toto (come abbiamo già detto, sarebbe nocivo per la salute nonché un grave errore a livello metabolico) ma limitarli, e nel contempo diventare più attivi. Camminare o pedalare sono la cosa migliore, uniti a molta pazienza: settimana dopo settimana, mese dopo mese. Se invece volete praticare il bodybuilding ad alti livelli, dimagrendo il più possibile e conservando la massa magra, allora vi consigliamo l’opera più completa in tale senso: Cibo e Muscoli, la bibbia sull’alimentazione del culturista natural scritta da Master Wallace.

sistema mws
master wallace
Italian Body è oggi uno dei siti più completi e visitati sul Body Building Natural: buona parte della sua fama è garantita da Master Wallace, il suo fondatore, un culturista dalla personalità carismatica e unica.
Scopri di più
#7102
Calcola il tuo grado MWS