scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Da dove si ricavano le proteine in polvere e perchè?

Da dove si ricavano le proteine in polvere e perchè?

Le proteine sono composti organici azotati composti da sub-unità dette aminoacidi.

Le proteine compongono ogni singola porzione degli organismi viventi, potremmo tranquillamente affermare che siamo fatti di proteine, queste inoltre rivestono un ruolo fondamentale nella sintesi di molti ormoni.
Il nostro organismo le assembla mettendo insieme diversi aminoacidi, che sono in numero di 22 di cui 13 sintetizzabili, mentre i restanti 8 (aminoacidi essenziali) devono necessariamente essere assunti con la dieta.
Tranne i casi in cui alcuni particolari atleti necessitino di sviluppare una massa muscolare fuori dal comune (body builder, sollevatori pesi, lottatori), una normale dieta che non sia vegana o vegetariana contiene in sé il fabbisogno necessario.
Gli sportivi che hanno la necessità di incrementare notevolmente la propria massa muscolare spesso ricorrono ad integratori a base di proteine in polvere.

Per valutare l'esigenza delle proteine in polvere è importante sapere:

  • come sono fatte
  • quali sono i vantaggi rispetto alla dieta o ad altre fonti.

Da dove si ricavano le proteine in polvere

Una proteina ha lo stesso valore nutrizionale sia se acquisita a tavola che assunta tramite integratori.
Il concetto di Valore Biologico (VB) indica l'efficacia con la quale queste vengono utilizzate dal nostro corpo.
Per quantificare il VB
si può far riferimento alla quantità di azoto trattenuto ed espulso per il mantenimento o l'incremento della massa; l'azoto viene a determinarsi con la scissione delle proteine, quindi con l'utilizzo delle stesse, per cui più azoto equivale a più dinamismo proteico.

Una delle fonti di proteine è il latte, dal quale si ricavano le somministrazioni in polvere.
Le proteine del latte hanno un VB pari a 100
e vengono preparate con i sottoprodotti derivanti dalla cagliatura, cioè caglio e siero.
Mentre il caglio contiene specialmente caseina, il siero contiene molte proteine e aminoacidi, oltre a lattosio e grassi anche insaturi. Per separare il siero del latte dalle sostanze nocive si utilizza il metodo della micro/ultra filtrazione oppure tramite lo scambio ionico.
La caseina presente in tutti gli integratori non è altro che il caglio ottenuto dopo la divisione dal siero; ha un VB di 80 ed è molto anoressizzante dal momento che dopo l'assunzione questa si trasforma in una forma gelatinosa e viene digerita lentamente.

Altre fonti di proteine da trasformare in polvere sono le uova, una grossa fonte di arginina, hanno un VB di 100 e inducono la produzione di glucidi e insulina.
Infine la soia il cui apporto proteico non è generoso quanto le fonti animali, ma che contiene BCAA e glutammina, induce una maggiore produzione di tiroxina-4 che aumenta il metabolismo ed è particolarmente indicata nelle diete ipocaloriche o negli esercizi di diminuzione della massa grassa.
Ulteriori fonti proteiche sono tutti i tessuti animali, ma le proteine ricavate dal latte o dalle uova non sono diverse da quelle derivate dal manzo.

Quali sono i vantaggi delle proteine in polvere

In termini assoluti di apporto proteico le proteine in polvere sono molto utili, specie per atleti che spingono le proprie performance ai limiti sono importanti i tempi di rilascio, che variano con la qualità delle proteine e la forma di somministrazione.
Ad esempio nel pre-allenamento
o al mattino, quando i muscoli necessitano con urgenza di nutrienti per la miogenesi, un frullato con aggiunta di proteine (soprattutto sierose) in polvere è l'ideale; i tempi di assimilazione si riducono a 2 ore dalle 6 delle proteine alimentari.
Al contrario durante il sonno e dunque in pieno catabolismo un pasto leggero ed iper proteico puà rallentare il forte catabolismo notturno. Dunque prima di coricarsi un preparato a base di proteine caseinose contribuisce al mantenimento di livelli alti sia di proteine che di aminoacidi.
Nel post allenamento
, se non si usano dosi abbondanti di aminoacidi ramificati (bcaa) è possibile l'associazione tra proteine dell'uovo contenenti arginina, che associata ai glucidi mantiene stabili i livelli di insulina e proteine sierose.
Per un meccanismo omeostatico un'ipernutrizione proteica
è di per sé innocua, ma alla pari di carni e derivati animali le proteine in polvere non vanno assunte in caso di insufficienza renale. Nessun danno anche a lungo termine può derivare in chi è sano, senza patologie pregresse o in atto a carico renale o epatico. Il manuale intitolato la mia vita dedicata agli integratori è l'opera del migliore maestro di bodybuilding naturale mai esistito. Ora potete scaricarlo subito e apprendere informazioni importantissime per i vostri successi muscolari e prestazionali.

La mia vita dedicata agli integratori

Potrebbe interessarti