scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Lo squat frontale analisi tecnica

Lo squat frontale analisi tecnica

Un esercizio poco noto e in genere eseguito male

Tutti fanno lo squat in palestra, ma stiamo parlando della versione classica, e sapere una cosa? Pochissimi lo sanno eseguire al meglio, figuriamoci quindi per varianti dello squat come appunto lo squat frontale. Anche in questo caso praticamente nessuno riesce a fare serie e ripetizioni corrette. Vediamo di capire ed evitate di dare crediti ai falsi maestri del bodybuilding.

  • squat frontale muscoli coinvolti
  • squat frontale multipower
  • allenare le gambe a 360 gradi

Squat frontale muscoli coinvolti

Ovviamente essendo una variante dello squat, lo scopo primario è stimolare l'intera muscolatura del quadricipite, oltre che la schiena nella zona lombare e dorsale alta. In questo caso però, il peso del bilanciere che solitamente grava sui trapezi, è spostato davanti alle spalle, in modo da simoolare in modo più selettivo le cosce.

In realtà questo esercizio agisce con leve diverse perché il busto rimane per forza di cose dritto, e non avviene una evidente iperlordosi e retroversione del bacino come nello squat classico.Ne consegue una esecuzione difficoltosa, resa ancora più difficile dalla strana e insolita posizione delle braccia che devono sostenere l'asta del bilanciere davanti al collo.

Per questi motivi non conviene mai usare carichi pesanti e basse ripetizioni, ma meglio allenarsi con un peso leggero ed alte ripetizioni. Personalmente quando eseguo questo esercizio, uso una versione personale, ove pur sostenendo il bilanciere sui muscoli trapezi come nella versione usuale dello squat, riesco a spostare il peso sul collo ed eseguire uno squat fronate perfetto, ma con meno problemi di presa del bilanciere.

Squat frontale multipower

Molti ragazzi e uomini che si allenano in palestra, usano la struttura del multypower per eseguire lo squat frontale. Personalmente prefersico la versione a corpo libero. Ma volendo si può eseguire anche al multy, a patto che l'esecuzione sia corretta.

Anche in questo caso non dovete mai caricare troppo, e per stimolare la parte frontale delle cosce, in assenza ( come detto sopra) di iperlodosi e reteroversione del bacino, occorre che la posizione delle gambe si posta in avanti rispetto all'asse perpendicolare del bilanciere rispetto al terreno. 

Se non fate questo, ed avete le gambe più indietro, ebbene allora automaticamente diventerebbe uno squat classico con diversa attivazione muscolare ed articolare. Cercate di capire bene questi particolari tecnici, ne va del vostro futuro di bodybuilder naturale eccellente.

Allenare le gambe a 360 gradi

Ma ricordate che le gambe vanno allenate sempre con una scheda di allenamento completa, che includa tutti gli esercizi per lo sviluppo delle gambe, femorali e polpacci compresi. E le gambe andranno sempre allenate da sole e mai con altri gruppi muscolari, sarebbe un grave errore, anche se purtroppo questo si vede spesso nelle palestre.

Quindi oltre allo squat classico, che rimane il re degli esercizi e va assolutamente imparato alla perfezione, dovranno essere inseriti esercizi con la pressa a 45 gradi, affondi con bilanciere e manubri, leg extension e leg curl, calf machine e calf da seduto alla macchina, ed altri di concezione masteriana.

Nel mio manuale di allenamento gambe, troverete tutto quello che riguarda lo sviluppo delle gambe, con tutti gli esercizi spiegati al meglio e con schede di allenamento pronte. Vi aspetto.

MANUALE GAMBE WALLACE

Potrebbe interessarti