scarica l'app mobile: Download in Apple Store Download in Google Play
X
Quali sono stati i più grandi atleti dell'ultimo secolo?

Quali sono stati i più grandi atleti dell'ultimo secolo?

Ne abbiamo scelti 2 tra tanti

Lo sport è in grado di regalare alcune delle emozioni più belle della vita, basta pensare alle volte che si gioisce per un gol fatto o ci si mette le mani nei capelli per un punto mancato di un soffio, lo sport è in grado di unire milioni di persone come fossero un corpo unico e regalare ricordi unici, però ci sono alcuni atleti che ci hanno regalato vere emozioni diventando i nostri idoli e che cambiando la storia dello sport facendo la differenza tra migliaia di atleti e a due in particolare vorrei rendere omaggio in questo articolo.

  • Muhammad Ali 
  • Maradona

Muhammad Ali

Il pugile più impressionante di tutti i tempi, che è stato in grado di impressionare il mondo con la sua tecnica e la sua velocità, conosciuto anche per il suo enorme coraggio e la sua lotta contro il razzismo.

Muhammad Ali nasce il 17 gennaio del 1942 Kentucky, Stati Uniti, da piccolo era uno dei bambini più vivaci della sua classe così ai genitori viene consigliato di farli praticare un qualche sport, così Muhammad entra per la prima volta in una palestra di pugilato ma nessuno avrebbe mai pensato che potesse diventare il campione che poi è diventato in seguito, Muhammad Ali ha sempre mostrato una grande sicurezza in sé stesso avvolte arrivando anche ad affermare frasi come "Conquisterò il mondo" è stato l'emblema per tutti gli afroamericani, ed è sempre stato fiero del colore della propria pelle.
In quanto a Muhammad Ali sul ring era davvero incredibile, nessun pugile è riuscito a tenergli testa negli anni d'oro ha lasciato il mondo a bocca aperta con la sua velocità ed i suoi riflessi conquistando diversi titoli fra i quali una medaglia d’oro ai giochi Olimpici del 1960.

Alla sua morte il 3 giugno 2016 dopo una malattia degenerativa l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama lo ricorderà così "Io sono l’America. Sono la parte che non volete riconoscere. Ma vi dovrete abituare a me: un nero molto sicuro di sé, aggressivo. Con il mio nome, non quello che mi avete dato voi, la mia religione e non la vostra, i miei obiettivi. Abituatevi a me"

Muhammad Ali non morirà mai!!

Maradona

Il dio del calcio nasce il 30 ottobre 1960 in Argentina, fin da subito si capisce la sua attitudine al calcio e dopo qualche partita con l'Argentinos Jrs viene subito notato dai dirigenti del Boca Juniors che decidono di scommettere su di lui, il ragazzo con la palla al piede è praticamente inarrestabile, tecnica sopraffina, fiuto del gol e passaggi millimetrici sul ragazzo si fiondano subito gli occhi degli osservatori da tutto il mondo ma sarà il Barcellona a spuntarla al quale Maradona passa per qualche migliaio di euro il ragazzo non ha problemi e fa capire subito di essere diverso dagli altri, lui con il pallone tra i piedi si diverte e fa divertire con il Barcellona vincerà numerosi titoli per poi passare al Napoli dove ancora oggi è amato da tutta la città, grazie a lui il Napoli il 10 maggio 1987 conquisterà il primo scudetto

Per quanto riguarda la Nazionale giocherà 91 partite segnando 34 gol e vincendo praticamente da solo il mondiale in Messico del 86.

Nota: È vero che è stato un grande campione, a livello di tecnica, ma la sua carriera è macchiata dall'uso di droghe e una vita "spericolata" che hanno sicuramente influito sulla sua vita ma sopratutto sul suo fisico. 

El dios del futbol.

Potrebbe interessarti